Valle del Serio

L'acqua fonte di vita e la pazienza qualità di pochi, un insieme di elementi e di virtù che hanno realizzato uno spendido gioco di forme e colori racchiuso nella valle del Serio. Da Piateda si prende la strada per la contrada alta ma, al primo incrocio, si devia a sinistra per raggiungere, dopo poche centinaia di metri, Valbona (330 metri). Dall'ampio parcheggio si entra tra le case salendo verso sud fino al ponte di legno che riattraversa il torrente. Qui una bella mulattiera ci permette di salire velocemente il fianco sinistro idrografico della valle per riprendere la strada principale. Seguendola arriviamo ad una prima contrada e poi dopo un tratto rettilineo ad un bivio con un ponte sulla sinistra. Qui possiamo già ammirare le spendide marmitte dei giganti che fanno da letto al torrente serio. Seguendo una traccia di sentiero, che parte nel bosco poco prima del ponte, possiamo iniziare il percorso che ci accompagnerà a scoprire le magnifiche sculture che il piccolo ruscello ha modellato nel corso dei secoli. Dopo circa duecento metri di dislivello troviamo un altro ponte che apre la strada alla mulattiera che ci riporterà a Valbona dal versante opposto della valle. Il tragitto attraversa la contrada Bettoli (703 metri), un grosso nucleo rurale ormai abbandonato, per poi scendere velocemente fino a valle. A circa metà strada un cartello ci indica la deviazione per la chiesetta di San Vittore (540 metri), un edificio sconsacrato immerso nel tranquillo bosco orobico.



Utenti online:  1
Foto online:  267
Mappe online:  0
Sfondi online:  14
Versione:  3.2.4
Copyright © 2007-2017 Pusterla Fabio - All Rights Reserved